Booklover - Tra me e il mondo, Ta-Nehisi Coates


«Forse c’è stato, in qualche momento della storia, un grande potere la cui affermazione è stata esente dallo sfruttamento violento di altri corpi umani. Se c’è stato, io non l’ho ancora trovato». Ta-Nehisi Coates Mentre in Italia il dibattito sullo ius soli si fa rovente, un libro straordinario per ogni #booklover ci apre a una prospettiva unica, quella di vestire la "pelle" di un altro. La lettera, a tratti struggente, che Ta-Nehisi Coates scrive a suo figlio adolescente, su cosa significhi essere afro-americano in America oggi, è una profonda riflessione sulle differenze e sulla corporeità. Una lettera dura, ma necessaria, che apre spazi di riflessione e di confronto e che, prima di essere un messaggio politico, è un atto d'amore e di denuncia di un modo di pensare che ci chiama in causa come essere umani.


Post correlati

Mostra tutti
BE A MOVIELOVER
YOU MAY LIKE